Andreina, di Massimo Grillandi

29 Luglio 2020

Il momento storico scelto dall’autore è quello che va dalla preparazione dell’impresa di Roma alla conquista delle Due Sicilie e alle prime operazioni di guerriglia borbonica e di repressione piemontese. Ma c’è nell’intento del narratore un momento più vero, quello dell’ansia romantica ed è proprio in questo contesto che respira e si muove la protagonista che dà il titolo al libro, Andreina. Il teatro minimo e privato è arricchito dai comprimari: Fabio, una specie di eroe morale; il marchese Pellegrino G., lacerato fra passato e presente, tra tradizione e rivoluzione; sua moglie Eleonora, bella figura di moglie e di madre. Lo scrittore racconta vista dalla parte dei vincitori, anche se la morale ultima è proprio quella eterna del confronto della coscienza. Ecco perché i vincitori come i vinti diventano preda di delusioni, amarezze, pentimenti.

 

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.