Cronache napoletane, di Jean-Noël Schifano

13 Aprile 2020

Sei storie sottratte dagli archivi dormienti e dalle memorie anonime che nascondono gli scandali delle più potenti famiglie del regno di Napoli, dal XV al XVIII secolo. La Napoli tra il ‘400 e il ‘700 fatta di assassinii, sesso, amore, follia… Tutto assolutamente vero e documentato, eppure incredibile e affascinante. Scritto da un autore innamorato della nostra città e della sua storia. Il principe Carlo Gesualdo, compositore d’imperitura fama, assassino della moglie adultera e del suo amante; Lavinia, la religiosa, e Pier Francesco, le cui follie erotiche mettono a ferro e fuoco il convento di Sant’Arcangelo, luogo di abomini; Masaniello, il lazzarone avvelenato dal potere assoluto e che un popolo in delirio acclama, decapita e venera; Tiberio de Vera, sodomita destinato a esemplare supplizio; Tirinella e Alvise massacrati durante i loro trastulli notturni; la bella e misteriosa Orsola, che mai confesserà il delitto della padrona doña Gaetanina Escobar…

Consigliato da Alberto Della Sala

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.