Il risveglio di Partenope, di Mariafelicia Carraturo

23 Luglio 2020

Il libro percorre alcuni tratti della mia vita: dopo essermi a lungo lasciata schiacciare dal dolore per la perdita di mio padre e dalle convenzioni familiari e sociali, riesco a dare ascolto a quella voce interiore, che mi spinge ad emanciparmi e ad effettuare il salto nell’esistenza e che mi porta a costruire, ad inseguire ed a realizzare un sogno apparentemente impossibile: Dio è innamorato delle cose irrealizzabili. Comincio a praticare sport a livello agonistico a 40 anni e già madre di due ragazzini ed il silenzio e la solitudine, cui sono spesso costretta nelle trasferte per gli allenamenti, mi regalano l’occasione di guardare dentro me stessa e di eviscerare i timori che mi hanno, finora, bloccata. Percorrendo le strade della paura ed attivando la forza vitale della curiosità, supero i miei limiti e quelli che la società mi imporrebbe e, con forza e coraggio, mi avvio a vivere un’esperienza nuova, sia di donna che di atleta. Mi sento già campionessa di vita, quando esorto al cambiamento, difficile ed unica via per l’evoluzione personale di ognuno di noi.

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.