La biblioteca di Virginia Woolf, di Stefano Manferlotti

28 Gennaio 2021
Stefano Manferlotti, professore emerito di letteratura inglese presso l’Università di Napoli Federico II, ci accompagna nel luogo più caro a Virginia Woolf: la sua biblioteca. Che cosa leggeva la grande scrittrice? Quali autori prediligeva, quali erano le impressioni che ricavava dalle sue sconfinate letture? Ne viene fuori il ritratto, animato e ricco di suggestioni, di una delle più insigni figure della letteratura europea del Novecento.
Stampato su carta Amalfi di Amatruda con cofanetto e legatura a filo artigianale in tela, prodotto in 150 esemplari numerati ciascuno contenente un segnalibro in resina con all’interno carta settecentesca numerato in astuccio artigianale firmato dall’artista Salvatore Esposito.

 

 

 

 

 

 
 
 
 
Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.