Le linee rosse, di Federico Rampini

1 Luglio 2019

Non c’è storia senza geografia, eppure nelle scuole la geografia viene trattata da materia minore, quasi ininfluente e nei libri scolastici o nei manuali accademici le carte sono una rarità. Invece le carte geografiche raccontano il mondo in cui viviamo proprio a chi insegna storia e geografia, a chi le studia, a chi le ama e a chi vuole semplicemente riscoprirle.

Federico Rampini, giornalista, scrittore, analista dello scenario economico e sociale internazionale ed anche grande viaggiatore, sfatando i miti antigeografici, ne “Le linee rosse” ci insegna come leggere le nuove cartografie del mondo.

Infatti è proprio grazie all’osservazione delle mappe che Federico Rampini cerca di interpretare, comprendere e trovare una spiegazione ai fenomeni di attualità. La situazione coreana, l’insediamento di Trump, le crisi dei profughi nel Mediterraneo, la Brexit, la rivoluzione digitale, il cambiamento climatico, il terrorismo e le “missioni impossibili” di Papa Francesco sono solo alcuni dei fenomeni che Rampini osserva ed acutamente analizza cercando di rispondere alle domande più urgenti del nostro tempo, rendendo i viaggiatori del Terzo millennio più consapevoli sulle possibili mete del futuro.

Estremamente innovativo, questo saggio ha il pregio e la peculiarità di essere molto scorrevole e ricco di spunti di riflessione.

€ 3 nella sezione Old is Gold

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.