Oltre ogni ragionevole vendetta, di Francesco Gradozzi

25 Novembre 2020
Sono gli anni Ottanta. Alessandro Loggia si mantiene all’università lavorando come cameriere. Aspira a un futuro diverso da quello dei suoi genitori, da costruire insieme a Diletta, il suo grande amore. Ma il sogno si infrange quando Gaetano Santoliquido, figlio di un ricco imprenditore edile di origini siciliane, irrompe nella sua vita portandogli via tutto, compresa Diletta. Le umiliazioni, l’arresto, la vita che si sbriciola pezzo dopo pezzo. Alessandro cade in un abisso profondo. Il buio e poi più nulla. Dopo quasi trent’anni Diletta lo cerca. Ha bisogno di lui, che nel frattempo si è affermato come avvocato, perché gli è stato chiesto un parere legale, decisivo per il buon fine di un’operazione immobiliare altamente speculativa. Alessandro scopre che il principale investitore è la famiglia Santoliquido e ha un’occasione senza precedenti: può vendicarsi di un passato ingiusto e ritrovare l’amore di Diletta che non ha mai dimenticato. Ma quando realizza la vera natura dei suoi avversari, quando si rende conto che sta mettendo in pericolo i suoi affetti più cari, le sicurezze vacillano e la paura prende il sopravvento in un crescendo di tensione e colpi di scena che sfocerà in un epilogo imprevedibile, dove il lettore scoprirà che trent’anni non sono passati invano.
 

 

 

 

 
 
 
 
Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.