Pasquale il calzolaio del borgo sant’Antonio Abate, di Francesco Mastriani

23 Ottobre 2020

Questo è il romanzo più pulp di Mastriani: tre omicidi, di cui due premeditati, un tentato omicidio e un suicidio, ispezioni cadaveriche, spargimenti di sangue e i più diversi attrezzi di lavoro usati come armi di squartamento. Il protagonista di questa storia è un umile calzolaio. Orfano di genitori, crede di aver trovato l’amore quando si sposa con Maria, dalla quale ha una bambina. Tra i due non c’è passione, né quel sentimento che cementa la coppia quando si hanno figli o interessi in comune. Pasquale si infiamma per una sua cugina, la sicilianella, donna astuta e vendicatrice, che già ha lavato con il sangue l’affronto di un giovane che l’ha messa incinta e non l’ha voluta sposare. Pasquale diventa un burattino nelle sue mani. Si libera della moglie e sta per diventare suo complice anche nel tentativo di strangolare la bambina. Alla fine Pasquale si opporrà con tutte le sue forze a un destino che pare segnato.
 
 
 
 

 

 
 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.