Penka la mucca clandestina, di Emanuela Da Ros

21 Ottobre 2020

Nel giugno 2018 i giornali del mondo riportano una notizia curiosa: Penka, una mucca bulgara, pascolando è uscita dal confine ed è entrata in Serbia. Per tornare nella sua stalla dovrebbe attraversare nuovamente la frontiera, che delimita anche il territorio dell’Unione Europea, ma secondo il regolamento veterinario dell’Ue, in questo modo Penka verrebbe considerata una mucca “clandestina”, quindi viene condannata al macello. La notizia scatena i social e sollecita una raccolta firme internazionale con l’hashtag #SavePenka. Dalla piccola stalla di Kopilovstsi in Bulgaria, il caso Penka arriva quindi a Bruxelles, sui banchi della Commissione europea. In questa storia, romanzata solo in parte, si narra la vicenda della mucca Penka. Di come una mattina, brucando, si allontani più del solito dalla sua stalla e perda l’orientamento, di come la sua piccola amica umana si preoccupi della sua scomparsa e si metta sulle sue tracce, fino al viaggio a Bruxelles dove, grazie a un gruppo di bambini, la sua storia riuscirà a guadagnarsi un lieto fine.

 
 
 

 

 
 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.