Sentimi, di Tea Ranno

21 Maggio 2019

“Il tempo senza tempo delle storie è quello in cui tutto può coincidere e sovrapporsi”.

La storia raccontata è quella di tante storie messe insieme;storie di donne violentate moralmente e fisicamente, oppresse, tormentate dal maschilismo imperante nel paese siciliano in cui si svolge l’azione.

Tutte queste storie ruotano intorno a una sola storia e sono anime a parlare, anime che vogliono raccontare. Ognuna è un’anima tormentata e come anime si presentano alla scrittrice, tornata al suo paese.

Ogni anima vuole parlare e ogni anima si rivolge a lei con la parola “Sentimi” e pretende l’ascolto della sua storia: vuole che la sua storia sia scritta e resa pubblica proprio a mo’ di denunzia contro le tante violenze subite. Il tutto si svolge in una notte nebbiosa, fumosa e tutto oscilla tra realtà e sogno. Il libro risulta interessante per l’attualità del tema trattato e coinvolgente per le modalità e il linguaggio con cui viene proposto.

Di Rita Gramaglia

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.