Tam Tam: “Siamo tutti figli unici” di Giacomo Casaula, di Bianca Miraglia del Giudice

21 Ottobre 2022

Librellula n° 13 – Ottobre 2022

 

Giacomo Casaula, Siamo tutti figli unici (Guida editori)

In quarta di copertina di Siamo tutti figli unici, di Giacomo Casaula, leggiamo il commento di due tra i più noti ed apprezzati scrittori napoletani, Maurizio de Giovanni e Lorenzo Marone. Il primo scrive: ‘Delicato ed emozionante, un giovane scrittore da seguire con estrema attenzione’; il secondo: ‘Casaula ha una voce dolente ed una storia da raccontare, tutto ciò che serve ad un autore’.

In questo romanzo, che ha per protagonista la solitudine, si indaga e si riflette sul concetto di famiglia (per dirla con Casaula “punto di partenza e di approdo per tutti”); famiglia che, nel racconto, vive a Roma ed è composta dai genitori Alma e Riccardo – lei avvocato, lui insegnante di educazione fisica -, dai due figli “unici”, Luca e Francesco, e dalla nonna Viola, donna coltissima ed affascinante, che, come in un déjà vu, vive in un tempo distopico, diventando il vero deus ex machina della storia. A vent’anni Luca decide di trasferirsi a Londra, non a seguito di un conflitto generazionale, bensì per assecondare un irrinunciabile desiderio di rottura con il suo pur breve passato, scegliendo di interrompere ogni contatto per ben otto anni.

Sarà la nostalgia ad offrire una via di fuga, facendo trovare risposte e conforto: la stessa che, pur avendo bisogno di separazione e distanza nel tempo, fa sì che Luca scelga di rientrare a Roma.

Un libro che sottolinea ed esalta il ruolo salvifico delle proprie radici e della famiglia e che evidenzia la raggiunta maturità di espressione di questo giovane scrittore – che è anche attore e cantante –  al suo secondo romanzo: assolutamente da leggere!!!

Bianca Miraglia del Giudice

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per ricevere la Librellula e restare aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.