Il gallo di Renato Caccioppoli, di Jean Noel Schifano

1 Luglio 2020

Quando ho visto Gide tradotto in napoletano ho avuto un attimo di sconcerto. Come si può? La risposta è arrivata dopo poche pagine di questo libro-gioiello, libro politico. Renato Caccioppoli era un matematico napoletano con una vita dai risvolti tragici e surreali che vengono trattati con sensibilità e commossa partecipazione dall’autore. Caccioppoli, o’genio, con i suoi comportamenti bizzarri faceva una opposizione politica forte e feroce contro ogni tipo di dittatura, di oppressione, con onestà intellettuale. Ho cercato notizie, ho visto la sua immagine così strana e, spesso, inquietante ma c’era già tutto nelle pagine di questo libro. Tutta una vita di eccessi, di amori, di coraggio e incoscienza, di entusiasmi e di morte. La vita di un genio. L’autore, cittadino onorario di Napoli, lascia trasparire tutto il suo amore per questa città complessa e contraddittoria. Piccole descrizioni, pennellate straordinarie di colori. Su tutto, incisiva e assoluta nella sua bellezza, primeggia la lingua napoletana. Un napoletano aulico, antico, colto. Una poesia di suoni.

Consigliato da Donatella Abate

 

 

 

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.