La vegetariana, di Han Kang

6 Agosto 2019

La Vegetariana di Han Kang è un vero capolavoro. Non c’è bisogno che vi piaccia il cinema coreano o Peter Greenaway o il terzo episodio della Terrazza di Scola. Vi piacerebbe anche se aveste letto solo Topolino per tutta la vita. Attenzione però perché è un libro che fa male, prende allo stomaco, vi taglia la pelle, lascia lividi e cicatrici e resterete per un bel po’ con lo sguardo fisso sul soffitto. Se avete letto Infelicità senza desideri, il Dolore, Mishima e quant’altro, insomma se siete un po’ masochisti, dopo la Vegetariana vi sembreranno una cosetta da niente.

 

 

Di Gigi Agnano

Iscriviti alla nostra Newsletter per restare sempre aggiornato sulle ultime novità, le iniziative e gli incontri di IoCiSto.